H-ack Fashion, la moda si fa digitale

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

“Sei pronto ad hackerare il settore del fashion?” E’ questo il claim di presentazione di H-ack Fashion, la maratona di 24 ore in programma il 22 e 23 novembre a Roncade, Treviso, dedicata allo sviluppo di soluzioni e progetti digitali innovativi. Il format di H-ack Fashion si ispira direttamente agli hackathon, le maratone dedicate agli hacker – intesi nell’accezione positiva di programmatori informatici – , e si rivolge a team di sviluppatori, designer, grafici e specialisti del marketing che nell’arco di un fine settimana dovranno sviluppare idee, soluzioni e progetti digitali innovativi sulla base dei “brief” forniti dalle aziende del settore ospiti della manifestazione.

«L’hackathon è un format importato dagli Stati Uniti», spiega Alessandro D’Annibale di H-farm, responsabile del format H-ack. «E’ una formula nata negli anni novanta per risolvere problematiche relative ai software delle aziende, diventata in breve una tradizione all’interno della Silicon Valley e successivamente esportata anche in Europa. Ci siamo chiesti come questo format potesse rispondere alle esigenze di mercato delle aziende collocate nel territorio nazionale e abbiamo deciso di applicarlo alle necessità concrete delle imprese».

L’obiettivo conclamato della 24 ore organizzata da H-Farm, piattaforma nata con lo scopo di aiutare giovani imprenditori nel lancio di piccole imprese innovative nel settore internet e di supportare la trasformazione delle aziende in un’ottica digitale, è di rilanciare l’industria della moda puntando sul web e sull’innovazione.
«Non tutto il settore della moda ha bisogno di essere rilanciato, ma sicuramente è necessario cogliere le opportunità che il digitale mette a disposizione, per ottimizzare il proprio lavoro, migliorare la comunicazione, la diffusione dei prodotti e digitalizzare gli stessi prodotti nella direzione degli “abiti tecnologici”, delle tecnologie indossabili, che sono il vero trend del momento».

Al termine della maratona, progetti e prototipi verranno presentati alle aziende partecipanti che premieranno le migliori idee. I vincitori avranno la possibilità di essere selezionati per sviluppare il proprio progetto in H-Camp, il “programma di accelerazione intensivo” per le startup di H-Farm. «E’ un programma lungo tre mesi, durante i quali i progetti selezionati vengono accelerati e supportati da H-farm con una serie di servizi, per svilupparli dalla fase embrionale fino alla prototipazione e alla messa sul mercato, con la possibilità, al termine del trimestre, di incontrare i potenziali investitori e partner per l’iniziativa».

La partecipazione ad H-ack Fashion è gratuita e aperta a tutti. «L’unico requisito è essere spinti da una sana passione verso il settore della moda e avere una predisposizione per gli strumenti digitali. Il consiglio che diamo è quello di mettersi in gioco a partire dalle proprie capacità, senza farsi spaventare dal fatto di non avere competenze particolari: non è detto che pur avendo poca o nessuna esperienza non si riesca a dare un ottimo contributo al progetto in termini di creatività».
Per iscriversi a H-ack Fashion e conoscere in anteprima i brief sui quali lavorare durante l’hackathon, è sufficiente registrarsi online sul sito www.teamble.com, dove è possibile consultare il regolamento completo.

Tags: , ,

Leggi anche questo