Primarie Pd, Rubinato ha più firme di Moretti

Alla fine ce l’hanno fatta tutti e tre i candidati alle primarie regionali del centrosinistra: ieri mattina il Comitato Organizzatore regionale ha infatti deciso di ammettere Alessandra Moretti, Simonetta Rubinato e Antonino Pipitone alla competizione del 30 novembre. La decisione è stata però presa in deroga al regolamento: infatti solo Alessandra Moretti era “in regola” con tutti gli obblighi di rappresentanza territoriale e all’interno del partito. Infatti, le firme raccolte sia da Pipitone che da Rubinato non rispettavano i criteri stabiliti per la distribuzione territoriale. La seconda, inoltre, non era riuscita a raggiungere le 72 firme di membri dell’Assemblea Regionale necessarie.

Ciononostante, tutti e tre i candidati sono riusciti a portare più di 4000 firme ciascuno, e il Comitato Organizzatore ha valutato sufficiente questo dato per ammettere alla competizione anche Rubinato e Pipitone. In totale le firme raccolte sono state quasi 18 mila: Rubinato 7.000, Moretti 6.500 e Pipitone 4.300. «Un successo – ha dichiarato il segretario del Pd Veneto Roger De Menech -. Il desiderio di cambiare il Veneto sta in questa cifra. Ora sappiamo di avere una base solida e compatta. Di solito per la raccolta delle sottoscrizioni ci si attesta a meno del 50% degli iscritti che sono 20 mila. È un segnale che fa ben sperare».

Tags: ,

Leggi anche questo