Covepa: «sveleremo protettori PedePuttanaVeneta»

Il Coordinamento Veneto Pedemontana Alternativa ha convocato una conferenza stampa per domani mattina annunciando che «sveleremo i protettori della PedePuttanaVeneta e chi protegge la prostituzione del territorio veneto. Numerosi politici e tecnici regionali sedevano al fianco di quelli che con il patteggiamento si sono assunti la responsabilità politica del Mose dell’entroterra veneto, le stesse aziende che hanno prostituito la laguna. Neanche la Corte Costituzionale si è schifata della Pedeputtana Veneta e dei suoi protettori e continuano a stare al loro posto. Il governo avrà il coraggio di dimetterli e chiudere la fase della prostituzione legalizzata della terra veneta?».

Continua la nota del comitato anti-Pedemontana: «Alla stampa dopo un attento esame della sentenza vorremmo fare presenti tre cose sulla stessa: la prima autorizza il Tar Lazio ad emettere le ennesime sentenze contro la falsa emergenza e contro il commissario; la seconda che il prolungamento avrebbe dovuto essere portato avanti a condizione che non vi fossero costi aggiuntivi ne oneri per lo stato. Ci spieghi allora Vernizzi come mai ora il progetto di Spv è passato dai 2.100 mld di € (compresi oneri e imposte) dell’approvazione del progetto definitivo nel 2012, agli attuali 3.100 mld di € del nuovo progetto di finanza del 2013? Infine egli si distingue per le sue azioni a protezione di interessi privati coprendo una cattiva progettazione e un pessimo progetto esecutivo e una continua violazione delle norme ambientali dimostrato dalle numerose varianti e rifacimenti delle progettazioni esecutive in essere in questo momento».

Tags: ,

Leggi anche questo