Turismo in Italia, boom di stranieri

E’ tempo di fare i primi bilanci per il turismo del dicembre 2014. Le previsioni degli esperti del settore sono ottimiste: nonostante il crollo del turismo russo dovuto alle sanzioni e alla debolezza del rublo, il saldo dovrebbe essere positivo grazie all’affluenza di turisti europei e americani. «Il trend delle prenotazioni è al momento stabile – spiega il presidente di Confindutria Alberghi Giorgio Palmucci al Sole 24 Ore – anche se i timidi segnali di ripresa registrati nel 2014 sono di auspicio per una discreta performance in vista di Natale e Capodanno».

«A livello nazionale – dichiara invece Massimo Feruzzi, amministratore di Jfc – si assisterà ad un incremento di prenotazioni per le destinazioni montane, soprattutto per quelle dell’Alto Adige e del Trentino; indicatori positivi per le città d’arte, in particolare per medie città come Mantova, Ferrara, Orvieto o Lecce. È in calo la richiesta di benessere e di turismo rurale». Stefano Bonini, marketing assistant Trademark Italia, aggiunge: «Il 37% delle prenotazioni alberghiere italiane passa dalle agenzie online e Booking.com detiene la quota maggiore; per Natale e Capodanno quasi il 50% degli hotel in montagna annuncia il tutto esaurito e, a dispetto della crisi, i prezzi di fine anno si sono ulteriormente impennati».

[pro_ad_display_adzone id=”14″]

Tags:

Leggi anche questo