Gruppo Burgo, sciopero anche in Veneto

Le segreterie di Slc Cgil, Fistel Cisl, Uilcom Uil e Ugl Carta e Stampa hanno proclamato lo sciopero nazionale dei lavoratori del Gruppo Burgo per venerdì 28 novembre. La protesta si attuerà attraverso uno sciopero di otto ore per turno e una manifestazione che avrà il suo fulcro in centro a Vicenza tra le ore 10 e le 13 (concentramento in piazza Castello, sotto la sede di Confindustria).

«Il gruppo Burgo conta complessivamente 4800 dipendenti tra 11 stabilimenti in Italia e uno in Belgio. Nella provincia di Vicenza operano circa 900 lavoratori tra le sedi di Lugo, Chiampo, Sarego e Altavilla Vicentina – spiegano i sindacati vicentini che sostengono l’iniziativa nazionale –. In questi anni di crisi strutturale per l’intero settore cartario italiano, Burgo Group ha visto diminuire il proprio fatturato, pari a circa 2,3 milioni di euro nel 2013 (-8,4 % rispetto il 2012), e mantenere pressoché inalterato il proprio indebitamento attestato a poco meno di 900 milioni di euro».

«Alle preoccupazioni che già coinvolgono migliaia di lavoratori rispetto al loro futuro e a quello delle loro famiglie, si aggiunge, attraverso articoli apparsi su vari quotidiani di tiratura nazionale, l’esistenza di un progetto di riassetto finanziario del Gruppo, concordato con le banche, che potrebbe riguardare possibili fusioni con soggetti esteri o dismissioni di stabilimenti, scaricando così, ancora una volta sui lavoratori e sulle loro famiglie, i costi del risanamento».

«Le organizzazioni sindacali e i lavoratori – concludono – chiedono a questo punto alla famiglia Marchi, che ha sempre creduto nell’azienda, al sistema creditizio, che ha forti responsabilità, e alla politica di assumersi l’onere di farsi attori propositivi e facilitatori di soluzioni industriali e finanziarie per la Burgo, condivise con il sindacato ed i lavoratori».

Tags:

Leggi anche questo