Primarie Venezia, la sinistra candida Bonzio

Iniziano a scaldarsi a bordo campo i possibili partecipanti alle primarie di metà gennaio tramite cui il centrosinistra veneziano sceglierà il proprio candidato per le elezioni comunali di primavera. Se il mese scorso a dare il primo segnale di vita erano stati i renziani, con una convention in stile “Leopolda” per lanciare l’ex consigliere comunale Pd Jacopo Molina, ora è il tempo della sinistra lagunare, che ieri ha annunciato la candidatura di Sebastiano Bonzio, già consigliere comunale per Rifondazione Comunista.

A dare l’annuncio in un’inusuale conferenza stampa ai piedi del Ponte di Calatrava lo stesso Bonzio insieme al segretario del partito Renato Cardazzo e il consigliere regionale Pietrangelo Pettenò. Ad appoggiare la candidatura, oltre a Rifondazione Comunista, anche Sel e la Lista Tsipras; sembrerebbe quindi conclusa l’asse che ha legato storicamente Rifondazione a Gianfranco Bettin. «Mi candido alle primarie per sindaco – ha spiegato Bonzio alla Nuova Venezia – perché questa città deve ripartire dal sociale, dalla gente che non ce la fa ad arrivare alla fine del mese. Dal lavoro e dalla solidarietà».

Tags:

Leggi anche questo