Padova, Saia: chiedo danni ai nomadi

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

«Abbiamo deciso di costituirci parte civile nel processo che inizierà a gennaio nei confronti dei nomadi arrestati nel campo di via Longhin la scorsa estate». Queste le parole di Maurizio Saia, assessore alla sicurezza di Padova. Il giugno scorso la polizia aveva arrestato 18 persone residenti con l’accusa di essere gli autori di vari furti e rapine.

«Anche il Comune si sente danneggiato dal comportamento di questi signori a cui l’amministrazione comunale da anni concede uno spazio pubblico – ha concluso Saia -, uno spazio utilizzato per attività illegali».

Tags:

Leggi anche questo