Venezia, meno 100 mila euro da matrimoni

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

Una brutta notizia per le casse di Ca’ Farsetti: crollano i matrimoni a Venezia. Se nel 2009 erano stati incassati 378 mila euro per i celebrazioni, nel 2010 già erano scesi a 336 mila euro, per risalire nel 2011 a quota 367 mila euro, calando di nuovo nel 2012 a 327 mila, per poi crollare a quota 291 mila euro nel 2013. La causa dell’ammanco è molto semplice: ci si sposa di meno. Però Venezia, meta storica del “turismo matrimoniale“, paga caro questa tendenza.

I matrimoni celebrati nel comune lagunare sono passati dai 1805 del 2000 ai 1104 del 2013. La metà di questi è celebrata fra veneziani, 542 “sì” l’anno scorso (contro i 562 del 2012 e i 610 del 2011). Certo ha pesato l’aumento delle tariffe deciso dall’amministrazione comunale: per i veneziani la celebrazione è “gratis” se celebrata la mattina, ma costa tra i 420 e i 750 euro se le coppie optano per un orario pomeridiano o festivo. Cittadini italiani o europei pagano da un minimo di 700 euro a un massimo di 1900 euro. I cittadini non comunitari da 1900 euro alla bellezza di 4200 nei giorni festivi.

Tags:

Leggi anche questo