Pedemontana “vietata” ai senatori M5S

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

Avrebbero dovuto visitare il cantiere della Pedemontana i parlamentari veneti del M5S. Avrebbero dovuto, appunto, perché l’azienda incaricata dei lavori (il Consorzio Sis di Torino) ha cancellato la visita adducendo “motivi di sicurezza”. Il dietrofront ha del sorprendente anche dato il “patrocinio” della Prefettura di Vicenza, che si era posta come mediatrice fra le parti per concordare data e l’ora del sopralluogo.

Ai parlamentari grillini arriva la solidarietà del Coordinamento Veneto Pedemontana Alternativa che, sottolineati i presunti rapporti fra il Consorzio Sis e la mafia siciliana, commenta in questo modo: «A questo punto il Prefetto e il Governo devono intervenire: basta con le inaugurazioni a raffica per la campagna elettorale di Zaia se non possono entrare i parlamentari anche Zaia resti fuori dai cantieri… Sempre per sicurezza».

Tags: ,

Leggi anche questo