Rostellato (M5S): «basta divisioni interne»

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

«Il nostro compito è portare avanti il programma, indebolirci da soli non serve. In questi giorni stanno accadendo molte cose relative al nostro movimento, che ci stanno portando all’attenzione degli organi di informazione non per le nostre proposte e le nostre idee, ma per questioni interne, organizzative o procedurali o di rapporti tra i componenti del Movimento 5 Stelle». A sostenerlo è la deputata del M5S Gessica Rostellato, che interviene nella bagarre nata dalle critiche per le espulsioni di Artini e Pinna e della nomina del  nuovo «direttorio» che dovrebbe affiancare nella direzione un Beppe Grillo «un po’ stanchino».

«Penso che sia normale che – dice – all’interno di un movimento così ampio e variegato come il nostro, possano nascere delle incomprensioni o dei problemi. Ritengo che problemi di questo genere si possano risolvere; ma che il punto decisivo non sia questo. Noi siamo arrivati in Parlamento, spinti dai voti degli italiani, con il compito di cambiare le cose, di imporre un cambiamento grazie alle proposte contenute nel nostro programma. Questo e solo questo conta. Se lasciamo che le questioni organizzative interne prendano il sopravvento, il movimento diventerà più debole, disperderemo energie e forze su argomenti che interessano noi e non gli italiani».

«In definitiva – ha concluso – non terremo fede all’impegno preso con gli elettori. Ci sono talmente tante cose da cambiare, talmente tante battaglie da fare per opporsi alle politiche confuse di questo governo, che non dovremmo aver tempo di fare niente di diverso. I cittadini ci chiedono di aiutarli ad affrontare la crisi, a difendere l’ambiente, a sviluppare idee nuove. Non ho mai trovato nessuno che mi chiedesse conto delle nostre questioni interne»

Tags: ,

Leggi anche questo