Prezzo petrolio, finalmente si risparmia: 700 miliardi

Quasi 700 miliardi in tutto il 2015: tanto risparmierà l’economia globale se il prezzo del petrolio resterà sotto i 70 dollari al barile. Questa la previsione Gary Ross, uno degli analisti più influenti del settore, riportata dal Corriere Economia di oggi. Una previsione che fa rabbrividire i paesi produttori, in particolare quella Russia che proprio con le entrate delle esportazioni petrolifere sta sostenendo la sua incerta crescita economica.

Ma non è tutto. Per Leonardo Maugeri, docente a Harvard dopo una vita nel management di Eni, la produzione sempre più massiccia di olio di scisto potrebbe ulteriormente cambiare la situazione. «Non capisco come sia possibile sostenere che il punto di pareggio medio delle estrazioni di greggio non convenzionale sia al di sopra dei 70 dollari – spiega al Corriere Maugeri -. Ad esempio la contea di McKenzie, in Nord Dakota, una delle più prolifiche fra tutti i giacimenti non convenzionali, ha un punto di pareggio a 28 dollari al barile, compreso il tasso interno di rendimento del 10%. La mia previsione — ribadisce Maugeri — è che le produzioni non convenzionali continueranno a crescere rapidamente nei prossimi anni, malgrado il calo dei prezzi».

Tags:

Leggi anche questo