Veneto, 46 mila studenti senza borse studio

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

Pietrangelo Pettenò, consigliere regionale della Federazione della Sinistra veneta, ricorre ad una interrogazione scritta per sollecitare l’assessore Elena Donazzan e la Giunta ad erogare i fondi per le borse di studio entro il fine anno o comunque entro il prossimo assestamento di bilancio, «garantendo tempi certi per gli studenti che hanno diritto a ricevere sostegno». «Nel 2014 su 179.284 idonei riceveranno la borsa in 133.117 – ricapitola Pettenò – quindi a 46.167 studenti non verrà applicato il dettato costituzionale. Il dato è peggiorato rispetto all’anno passato: gli esclusi sono passati dal 20,25 % al 25,75 % degli aventi diritto».

«Gli studenti veneti sono preoccupati non solo per l’erogazione degli assegni 2014/15 ma anche per la mancata assegnazione di parte delle borse di studio 2013/14. Chiedo che la Giunta si impegni formalmente nell’ assicurare a tutti gli studenti che ne hanno diritto le borse di studio in tempi certi e sostenibili”. Per Pettenò la Regione Veneto dovrebbe stanziare maggiori risorse del proprio bilancio per riuscire a coprire almeno il 40 per cento dell’assegnazione relativa al fondo integrativo statale- “Invece – calcola Pettenò – a fronte di 12,4 milioni di euro di Fondo integrativo statale per il diritto allo studio la Regione Veneto mette a bilancio solo 150 mila euro, pari all’1,2%. Basterebbe che il Veneto attingesse ai fondi Fas, come fanno altre Regioni, per riuscire a garantire risorse adeguate per sostenere gli studi degli studenti universitari capaci e meritevoli».

Tags: ,

Leggi anche questo