Padova, staccata corrente a 20 nomadi

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

«Nelle giornate di ieri e oggi, gli agenti della Polizia locale di Padova, insieme ad alcuni operatori tecnici dell’Enel e loro coordinatori hanno staccato venti allacciamenti alla rete elettrica, con falsi contratti commerciali di cantiere, stipulati da alcuni nomadi». Così Maurizio Saia, assessore alla Sicurezza del Comune di Padova. «Nei prossimi giorni proseguiremo il tour di tutti i campi, piccoli o grandi, dislocati sul territorio comunale, per regolarizzare la posizione di eventuali altri morosi, che stando alla società, sarebbero decine».

«Per evitare di pagare la corrente, gli abusivi sogliono richiedere un allacciamento di tipo commerciale e provvisorio, per un cantiere edile che, nei fatti, non esiste. Dopo il saldo dei 150 euro, dovuti per l’istallazione e l’allacciamento fisico, che avviene alla presenza di un tecnico, gli abusivi smettono di pagare, cestinando tutte le bollette. Perché interveniamo? Su richiesta proprio dell’Enel, per costringere i morosi a saldare i loro debiti e per colpire, con tutte le armi che la legge ci mette a disposizione, quegli accampamenti che moltiplicano degrado e illegalità».

Tags: ,

Leggi anche questo