Verona, chiesti 5 anni per ex vicesindaco Giacino

Il pubblico ministero Beatrice Zanotti ha chiesto oggi al termine della sua requisitoria cinque anni di carcere per l’ex vicesindaco di Verona Vito Giacino e per la moglie Alessandra Lodi, arrestati lo scorso febbraio con l’accusa di corruzione sulla base dei racconti del costruttore Alessandro Leardini.

Il magistrato ha chiesto al Gup Franciosi di applicare l’articolo 319 quater del Codice Penale che punisce il pubblico ufficiale che abusando dei suoi poteri, induce a dare indebitamente denaro. In attesa della sentenza, il processo prosegue con le arringhe degli avvocati difensori.

Tags: ,

Leggi anche questo