Voltago Agordino, dal Veneto al Trentino

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

Continua l’iter per il passaggio dal Veneto al Trentino del comune bellunese di Voltago Agordino. Tutto era iniziato col consiglio dei ministri del 6 giugno di quest’anno, che aveva decretato lo svolgimento di un referendum consultivo per il successivo 31 agosto. Il referendum aveva avuto successo: si erano recati alle urne 529 elettori su 972, permettendo il raggiungimento del quorum; i voti favorevoli erano stati 510 sì (52,4%). Infine ieri il consiglio dei ministri, recependo i risultati del referendum, ha approvato il disegno di legge costituzionale che dispone l’aggregazione del comune al Trentino.

«Questa operazione è l’ennesima scelta raffazzonata di un Governo alla disperazione che pensa più agli annunci di sapore elettorale che a dare risposte ai cittadini – commenta Luca Zaia -. Non mi sono mai opposto ai referendum banditi nel Veneto sicchè questa iniziativa del Governo mi impone di andare al ‘vedo’. In considerazione della non complessità del testo del disegno di legge costituzionale, e dei tempi tecnici che possono richiedere i lavori parlamentari per la doppia approvazione, l’iter legislativo può essere immediatamente attivato con la prima approvazione e l’iter complessivo chiuso entro aprile 2015. Sul rispetto di tali termini misurerò se c’è  la reale volontà del Governo o se si tratta dell’ennesimo bluff».

Tags:

Leggi anche questo