Aumento tasse, la Fenice nei guai

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

Le nuove tasse metterebbero a rischio perfino la Fenice di Venezia. A denunciarlo Giuliano Segre, presidente della Fondazione Venezia. «La nuova e retroattiva tassazione sui dividendi percepiti dalle fondazioni di origine bancaria – spiega Segre – mette anche noi in gravissima difficoltà. Per noi si presenta il medesimo problema nei riguardi della contribuzione assegnata dalla Fondazione di Venezia alla fondazione lirica La Fenice ogni anno. Il tema e’ ben noto: dalla loro costituzione in fondazione, i teatri dedicati alla musica lirica e sinfonica ricercano contributi da soggetti privati che si assommino al contributo del Fondo Unico per lo Spettacolo (Fus) erogato dal Ministero dei Beni Culturali».

«Anzi – aggiunge Segre – la nostra contribuzione alla Fenice rappresenta una cifra elevata, pari al 3 per mille del nostro patrimonio contabile, mentre la Fondazione Cariplo eroga l’1 per mille del proprio patrimonio, superiore di 20 volte rispetto al nostro e quindi assai piu’ capiente in valore assoluto. Ancora una volta la recente decisione del governo e del parlamento rivolta a prendere dalle fondazioni di origine bancaria denaro che in realtaà eè (era) già di altri, mostra lo sconquasso sociale che sta producendo».

Tags: ,

Leggi anche questo