Confindustria, fusione Rovigo-Venezia

Continua il processo di razionalizzazione interno alla Confindustria veneta. Oggi è stato ufficializzata la fusione fra gli industriali di Venezia e quelli di Rovigo con un’assemblea unica, alla presenza del presidente nazionale Giorgio Squinzi e di quello veneziano Matteo Zoppas, che ha parlato di «rinnovamento necessario e di concretezza».

Per Zoppas si tratta «di una risposta data ad una domanda del mondo associativo che chiedeva maggiore efficacia, semplificazione del sistema. Stiamo parlando – ha detto Zoppas – di circa 1.900 aziende associate, circa 68mila dipendenti, e un’estensione del perimetro della nuova rappresentanza territoriale che va dall’Emilia Romagna, alla Lombardia e al Friuli. La parola d’ordine – ha sottolineato – sarà tutelare gli interessi del lavoro e dell’impresa perché noi siamo il vero motore dello sviluppo. Le nostre imprese – ha rilevato – non sono rappresentate da noi in persona ma da tutti quelli che vi lavorano con sacrificio e passione».

Tags:

Leggi anche questo