Treviso, industriali: aziende cinesi sleali

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

Punta il dito contro le imprese cinesi, il presidente della Confindustria Treviso Leonardo Muraro: «aumentano le imprese ‘dubbie’, spesso aperte da cittadini cinesi, e non solo nei centri storici di città come Treviso, ma in tutto il territorio provinciale, una crescita percentuale delle imprese cinesi di quasi il 20% (tra 2009 e 2012) per contro il numero delle imprese italiane diminuisce».

Muraro lamenta i «troppo pochi controlli sulla qualità e sanità dei prodotti venduti, ma anche sull’eticità di certe imprese. Penso anche allo smaltimento dei rifiuti». Il presidente di Confindustria rileva che «piccole imprese artigiane locali stanno scomparendo pressate da affitti esorbitanti e tasse onerose e con loro vanno via storia e tradizioni. In cambio subiamo una silente invasione di nuova imprenditoria non sempre controllata e di sicuro non in rete con il territorio».

Tags: ,

Leggi anche questo