Aids, Ruzzante (Pd): «Zaia taglia prevenzione»

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

La sospensione dei finanziamenti regionali all’Unità di Strada dell’ Associazione “Noi Famiglie Padovane contro l’emarginazione e la droga” provoca la reazione del consigliere regionale Piero Pd Ruzzante. «Non può che destare un moto d’indignazione questa decisione, che di fatto decreta la fine di un’Associazione che da circa venti anni opera, in totale solitudine, sul territorio padovano in una valente azione di prevenzione e informazione nelle situazioni difficili di vero disagio legate alla tossicodipendenza. Uno schiaffo – scrive Ruzzante – al buon senso dato due volte: la prima, dimenticandosi, al di là dell’aspetto umano, di quanto viene a costare alla Regione in spese sanitarie un sieropositivo conclamato (complessivamente quasi cento euro al giorno per malato), soprattutto se confrontate a quanto invece siano minori e decisamente molto più produttivi, i costi di un’azione di prevenzione come quella svolta proprio dall’associazione di Tina Ceccarelli, determinata a ridurre le possibilità di contagio».

«La seconda volta, quando, dagli ultimi dati forniti dall’Istituto Superiore della Sanità, sappiamo che in Veneto si è assistito a un netto incremento dell’incidenza di soggetti Hiv positivi, passati dai 3,6 nuovi casi ogni 100 mila abitanti diagnosticati nel 2011 ai 5,8 nel 2012. Dati che vanno di pari passo con quel che succede a Padova: dalle stime effettuate dagli operatori del settore – continua Ruzzante – sappiamo che i casi sono passati dai 13,7 ogni 100 mila abitanti del 2011, ai 16,8 del 2012. Tutti questi dati dimostrano che l’AIDS, anche nei nostri territori, – conclude il politico del Pd – continua ad essere un problema e a condizionare la vita di migliaia di persone. Solo Zaia e la Regione Veneto sembrano ignorare la questione, arrivando a togliere finanziamenti a quelle realtà (come l’Associazione di Tina Ceccarelli a cui dovrebbe andare la gratitudine di tutti i cittadini) che invece di tante chiacchiere agiscono concretamente contro il dilagare della malattia. Evidentemente, qualcosa che per Zaia, non conta nulla».

Tags:

Leggi anche questo