Venezia, la Venier: «Io come Reagan»

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

Ribalzano le dichiarazioni sulla candidatura di Mara Venier a sindaco di Venezia per Forza Italia. A lanciare l’idea lo stesso Silvio Berlusconi in una cena sabato sera. Proprio oggi è arrivato un primo parziale stop da parte di Renato Brunetta, che sul Corriere del Veneto aveva sottolineato come la Venier «faccia un altro mestiere».

Ma è la show girl a rilanciare l’ipotesi stasera al programma radiofonico di Radio24 La Zanzara: «L’ha già fatto Reagan. E io non ho bisogno di guadagnare perché ho guadagnato molto in vita mia – risponde – sono onesta, trasparente. Già questo, nel panorama della nostra politica, depone molto bene a mio favore. Ma da qui ad accettare ce ne vuole». La Venier non ha nascosto, durante l’intervista, di non conoscere quanti siano attualmente gli abitanti di Venezia: «Non lo so esattamente, ma i residenti sono rimasti in pochi perché sono scappati tutti. Bisognerebbe separare Mestre da Venezia, con un referendum. E se fossi sindaco, farei subito un registro per le coppie gay».

La Venier ha strizzato l’occhio anche all’elettorato di centrosinistra: «Renzi è simpatico. Io apprezzo molto le persone. In questo momento Renzi sta dicendo cose importanti – conclude – e noi aspettiamo che queste cose vengano fatte. Tra mille difficoltà. Faccio il tifo per lui».

Tags: ,

Leggi anche questo