Profughi, Veneto pieno: ipotesi tendopoli

Il Veneto ha raggiunto il punto di saturazione per quanto riguarda la possibilità di ospitare profughi. Ad annunciarlo ieri sera il prefetto di Venezia Domenico Cuttaia, responsabile a livello regionale del piano profughi del Governo. Le strutture infatti sono ormai all’apice della sopportazione, e nel caso arrivassero ulteriori profughi bisognerebbe pensare a «soluzioni alternative e temporanee per non lasciare queste persone per strada»: tradotto, la creazione di vere e proprie tendopoli.

Il rischio, ora come ora, sembra non essere impellente. In Veneto sono presenti in questo momento 1.980 immigrati in attesa di essere identitificati, e il prefetto non prevede nuovi arrivi a breve termine. La convenzione siglata lo scorso luglio in sede di Conferenza unificata tra Governo, Regioni ed Enti locali, assegna però alla nostra regione 3.742 persone, circa il doppio delle presenze attuali.

Tags:

Leggi anche questo