Resana, comune targato “Scientology”

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

Resana, piccolo comune del trevigiano, ha una particolarità che lo distingue dai suoi vicini: è l’unica amministrazione del Veneto ad essere retta da un sindaco che aderisce a Scientology. Loris Mazzorato è primo cittadino dal 2009 per la lista venetista “Un Sindaco del Popolo Veneto” ed è già balzato agli onori della cronaca per aver cercato di non applicare la tasse sui rifiuti (Tares) sui suoi concittadini. Non ha mai nascosto la sua fede per la “Chiesa” fondata nel 1954 dallo scrittore di fantascienza Ron Hubbard che conta fra i suoi aderenti volti famosi come Tom Cruise e John Travolta.

A riaccendere l’attenzione sul sindaco Mazzorato è stata questa volta però proprio la sua fede religiosa: la minoranza consigliare, e in particolare il Pd, ha infatti attaccato il primo cittadino per aver organizzato in occasione della giornata mondiale per i diritti umani un evento in collaborazione con una delle tante associazioni della galassia Scientology, l'”Associazione Gioventù per i Diritti Umani Internazionale”. Mazzorato con un’intervista al Corriere del Veneto di oggi tira dritto e non sembra avere ripensamenti: «Quelli del Pd andassero a togliere erbacce dai fossi, piuttosto»

Tags: ,

Leggi anche questo

  • marcello

    Questo sindaco è un grande!

  • Pier Paolo Caselli

    Diritti umani sponsorizzati da Scientology? Quando mi recai negli U.S.A. presso la loro sede più prestigiosa a ricevere un procedimento di consulenza “spirituale” che nel 1994 costava circa 1.000 dollari l’ora e che come risultato mi causò una depressione talmente forte da farmi desiderare come “soluzione” il suicidio, appena comunicai a questi paladini dei diritti umani il mio disagio venni accompagnato in camera mia e fui invitato a lasciare la loro struttura. Ma per piacere! I diritti umani questa organizzazione nemmeno sa dove stiano di casa!

  • Paolo

    Grande Loris, ho visto alcune cose che hai fatto. Veramente lodevoli.

  • Pier Paolo Caselli

    In Francia Scientology è stata condannata in via definitiva per truffa organizzata ed abuso della professione di farmacista (con ricorso alla Commissione Europea per i Diritti dell’Uomo sbandierato ai quattro venti ma non altrettanto sbandierato riguardo l’esito ottenuto) e rischia la dissoluzione se riceverà un’ulteriore condanna (altre grane sembrano incombere), in Belgio stanno portando avanti ulteriori imbarazzanti inchieste ed in Olanda si sta riesaminando lo status che consente l’esenzione fiscale. Per non parlare di tutto ciò che sta emergendo anche negli USA dove si sta assistendo ad un fuoco di fila su differenti fronti (con accuse a vario titolo). Guerre su internet per far tacere le voci critiche accompagnate da campagne diffamatorie nei confronti dei critici stessi, tentativi di revisione forzata delle schede di Wikipedia (al punto che Wikipedia ha bandito gli scientologists dal ruolo di “contributori” del network informativo) e tante altre “etiche” perle da quella che si definisce, a seconda dei casi, la religione a più alta espansione del pianeta e/o la religione più etica del pianeta! La modestia come si può vedere non è una delle principali virtù di coloro che fanno parte di questa setta, così come il raccontare come stanno effettivamente le cose. Ma forse quello che in Scientology fanno maggiormente fatica ad imparare è che CIO’ CHE SI SEMINA SI RACCOGLIE.