Pd, la Moretti scarica Zoggia e Mognato

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

Arrivano le prime reazioni dal mondo del Pd alla notizia degli avvisi di garanzia ai deputati Michele Mognato e Davide Zoggia. «Il Partito Democratico – ha detto Alessandra Moretti questa mattina a Padova – deve essere un partito al di sopra di ogni sospetto e auguro a chi è coinvolto di chiarire in fretta la propria posizione di fronte alla magistratura. L’onestà e il merito saranno d’ora in poi le parole d’ordine all’interno del Pd. Sono convinta anche che chi è coinvolto debba fare un passo indietro per difendersi meglio».

A Padova sul palco insieme alla candidata alla presidenza del Veneto c’era anche l’ex segretario del Pd Pierluigi Bersani: «Sono convinto che Davide Zoggia e Michele Mognato riusciranno a dimostrare la loro estraneità. Certo questi fatti non fanno bene ma bisogna assolutamente insistere nell’idea che ci possa essere una politica pulita altrimenti siamo totalmente disarmati. Un paese senza politica non può mica vivere».

Il Partito Democratico di Venezia affida ad una nota stampa firmata dal segretario provinciale Marco Stradiotto: «Dopo le dichiarazioni dell’ex Sindaco Orsoni l’iniziativa della Magistratura appare effettivamente quasi come un atto dovuto. Dalle verifiche interne che abbiamo compiuto nei mesi passati i nostri bilanci sono sono in ordine – sostiene Stradiotto – Davide e Michele li conosciamo bene e in tutti questi anni abbiamo apprezzato la loro condotta e il loro impegno. Proprio per questo siamo sicuri che chiariranno completamente la loro posizione. Da segretario metropolitano, dunque, invito tutti ad abbassare i toni, a non confondere situazioni molto diverse e a non scambiare un atto dovuto, come un avviso di garanzia, con una sentenza».

Tags: ,

Leggi anche questo