Distretto prosecco: aziende giovani e “rosa”

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

Sono stati rivelati ieri a Villa Brandolini (Pieve di Soligo, Treviso) i risultati del Rapporto del Centro Studi del distretto del prosecco (Conegliano – Valdobbiadene) riferiti al 2013. Nelle 170 case spumantistiche della Docg ben il 40,7% degli impiegati under 40 (circa il 45,6% del totale) è donna. Il 58,7% delle imprese ha in organico giovani con preparazione universitaria e il 32,9% è guidata (in qualità di titolare o co-titolare) da under 40.

«Questi dati ci fanno capire come quella del Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore sia una denominazione in cui non contano solo le percentuali di crescita, i fatturati e le esportazioni in continua espansione – ha affermato il presidente del Consorzio di Tutela, Innocente Nardi al Corriere del Veneto -. Nel corso del 2013, la dimensione dell’offerta del Conegliano Valdobbiadene ha raggiunto un valore stimato alla produzione pari a 362,2 milioni di euro e il mercato internazionale dello spumante Docg ha ottenuto un nuovo massimo con un valore della produzione pari a 132,2 milioni di euro».

Tags: ,

Leggi anche questo