Venezia, Babbi Natale ripuliscono le calli

Condividi
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail to someone

Un centinaio di veneziani (alcuni dei quali vestiti da Babbo Natale) impegnati per pulire la città da graffiti e altre brutture: questa è la mobilitazione andata in scena venerdì a Venezia. A promuovere il gruppo Facebook “I nostri masegni puliti e splendenti” che da due anni periodicamente organizza eventi di questo tipo. Questa volta l’azione si è svolta su più sestieri grazie anche alla generosità di diversi sponsor che hanno garantito i materiali per la “ripulitura”. Partecipazione straordinaria anche di alcuni writer noti a livello nazionale per le loro opere.

«Abbiamo voluto incontrare – racconta alla Nuova Venezia la portavoce dell’iniziativa Cecilia Tonon – tre writer, tra cui Sqon, quello dei gatti, dopo aver visto un suo lavoro su un pilastro di cemento. Graffitto che non deturpa, ma abbellisce. Ho voluto incontrarlo per dirgli che può fare tante belle cose, che può insegnare anche ad altri ad usare i colori come sa fare lui. Ma è importante anche il luogo dove realizzare le sue opere. E questo luogo non possono essere i muri storici delle città, non mi sono mai piaciuti i commenti carichi di odio o disprezzo e le istigazioni alla violenza. Ho fondato il gruppo “Masegni” su fb e l’associazione “Masegni & Nizioleti”, non per lottare contro i vandali, ma per prenderci cura della propria città. Ho chiesto a Sqon di aiutarci a diffondere questo messaggio e abbiamo parlato di progetti fattibili in un prossimo futuro».

 

Tags: ,

Leggi anche questo