Orsoni non ci sta: «accuse false da Sutto»

Le dichiarazioni accusatorie di Federico Sutto ai danni di Giorgio Orsoni non sono piaciute ai legali dell’ex sindaco che ignoravano le affermazioni di Sutto fino alla lettura dei giornali di sabato.

I verbali, in cui Sutto dichiara di aver portato ad Orsoni due «contributi» da 100 mila euro per finanziare la campagna elettorale del 2010, non sono infatti stati allegati al verbale dell’ interrogatorio consegnato agli avvocati, che non conoscevano dunque il contenuto delle dichiarazioni.

«Evidentemente la procura preferisce la stampa come interlocutore piuttosto che la difesa della persona interessata. I pubblici ministeri – continuano gli avvocati dell’ex primo cittadino – non hanno neppure contestato a Orsoni il contenuto preciso delle dichiarazioni rilasciate da Sutto, sostenendo che fossero coperte dal segreto investigativo».

La linea difensiva di Orsoni non cambia: respinge con fermezza qualsiasi accusa di Sutto e sostiene la natura esclusivamente politica dei suoi rapporti con Davide Zoggia e Michele Mognato, all’epoca vertici del Pd veneziano e ora indagati per finanziamento illecito, con i quali non avrebbe mai discusso dei finanziamenti alla sua campagna elettorale da parte di Mazzacurati e del Consorzio Venezia Nuova.