Ospedale Mestre, Ulss contesta a privati 11 milioni

Ancora un contenzioso fra sanità regionale e privati per un progetto di finanza: quello dell’ospedale di Mestre, inaugurato nel 2007 e costato 241 milioni. Di questi, ben 140 furono pagati dal consorzio Veneta Sanitaria Finanza di Progetto composto da Astaldi (capofila), Mantovani, Gemmo, Cofathec Progetti, Aps Sinergia, Mattioli e Studio Altieri. Secondo gli accordi, l’Ulss 12 avrebbe dovuto restituire – fra concessioni di servizi ospedalieri e ammortamenti liquidi – la somma entro il 2031 con rate annuali di 40 milioni.

Così non è ancora stato, perché il direttore generale dell’ente sanitario ha contestato la fatturazione delle spese presentata dal consorzio per ben 11 milioni di euro. Attualmente il contenzioso è al centro di un arbitrato indipendente, ma se avesse la meglio l’Ulss 12 gli investitori potrebbero perfino valutare la rinuncia al progetto di finanza, previa negoziazione di un risarcimento bonario dei sospesi.