Chi è la “Befana”?

Siete sicuri di conoscere la storia della Befana? Chi è? A quali tradizioni è legata? Al giorno dell’Epifania, la celebrazione del 6 gennaio, che tutte le feste porta via, è associata la figura della Befana, corruzione lessicale di “epifania”. Una figura di folklore, una nonnina dolce ma non proprio bella, che a cavallo della sua scopa, vola da un camino all’altro per entrare nelle case dei più piccoli e riempire le calze di dolci o carbone.

La notte del 5 gennaio, tutte i bambini in Italia, attendono con grande ansia la Befana, che oggi rappresenta l’evoluzione contemporanea di una particolare “strega” medievale, che proprio nel giorno dell’Epifania veniva simbolicamente bruciata nelle piazze dei villaggi per dimenticare l’anno passato. Il rito del fuoco, che oggi rimane anche in molte località venete con l’appuntamento del “brusare la vecia”, affonda le proprie radici nei primi secoli del secondo millennio ed è un momento bene augurante per le varie comunità.

Accanto alla figura della strega-befana, la tradizione cattolica ha sviluppato quella della fedele-befana. Secondo questa leggenda, la Befana sarebbe stata una vecchina che, avvisata dai Re Magi della nascita di Gesù, avrebbe in un primo momento rifiutato di mettersi in cammino. Con il passare delle ore avrebbe cambiato idea, mettendosi in marcia: non sapendo più dove trovare il Bambino, avrebbe iniziato a lasciare dolci a tutti i piccoli che trovava lungo il suo viaggio, i quali, con il trascorrere degli anni, avrebbero cominciato a lasciare fuori dalle loro porte delle calze di ricambio per la Befana in viaggio.

Tags: