Tav, Sgarbi: «Tunnel? Luoghi sacri, rispettateli»

Interviene anche Vittorio Sgarbi sul progetto di raddoppio ferroviario della tratta vicentina della Milano-Venezia. Lo storico dell’arte, durante la trasmissione Rai “Ambiente Italia”, ha commentato in particolare il tunnel che dovrebbe passare sotto Monte Berico per spuntare in prossimità di villa Valmarana ai Nani.

«Quel luogo è sacro – ha detto lo storico dell’arte durante la trasmissione -, è sacro per Palladio, è sacro per Tiepolo, è sacro per Carlo Scarpa, è sacro per Ghoete. Capisco che possa non danneggiare un tunnel, ma sarà l’unica cosa che ti viene in mente di fare, caro sindaco? Quei 60 milioni investiteli nel conservare questo patrimonio, nel dare alle ville venete quello che esse sono. Non capisco la ragione, se anche tu avessi non so quale vantaggio di posteggi o di velocità, è la lentezza di quei luoghi che è il senso sacrale, luminoso, spirituale (…) Non è detto che sia dannoso – ha concluso Sgarbi – come sicuramente qualche comitato dirà perché bisogna drammatizzare, ma di certo è sbagliato il principio filosofico».