Consiglio Stato boccia discarica di Grumolo

Arriva dal Consiglio di Stato di Roma un nuovo pesante stop all’ampliamento della discarica di Grumolo delle Abadesse (Vicenza). L’opera, approvata per la prima volta nel 1993 per essere bocciata l’anno successivo e di nuovo ripresentata prima nel 1995 e poi nel 2003, è stata affossata dalla sentenza del 22/12/2014 n° 06232 della V° sezione del Consiglio di Stato.

«L’insensata e illogica ostinazione – rilancia oggi con una nota Giorgio Magnani del Comitato popolare contro la discarica – attuata da Ciat e da Valore Ambiente-Aim nel raddoppiare un impianto abusivamente collocato su un’area idrogeologicamente fragile ed esterna alla programmazione regionale impone, a seguito della nuova sentenza, l’immediata cessazione del conferimento dei rifiuti (già dimezzato rispetto alle previsioni di progetto) e le dimissioni dei consigli di amministrazione delle aziende di capitale pubblico fuse in  Sia».