Porto Marghera, riqualificazione da 152 milioni

E’ stato firmato ieri a Roma dal ministro Federica Guidi, dal governatore del Veneto Luca Zaia, dal presidente dell’Autorità Portuale di Venezia Paolo Costa e dal commissario del Comune Vittorio Zappalorto l’«Accordo di Programma per la riconversione e riqualificazione» di Porto Marghera.

Le 24 schede-progetto previste per i prossimi 3 anni sono dotate di un fondo complessivo di 152.630.000 di euro: 102 del ministero dello Sviluppo e stornati dai rimborsi della multinazionale Alcoa per gli illeciti sconti energetici; una ventina dalla Regione Veneto; 15 dall’Autoprità Portuale e 4 e mezzo dal Comune di Venezia.

Fra i lavori previsti: il completamento delle bonifiche delle aree contaminate; il confinamento nel vallone Moranzani dei fanghi più inquinati scavati dal fondo dei canali; la messa in sicurezza idraulica di via dei Petroli e di tutta le aree a rischio allagamenti tra Marghera, Malcontenta e la Prima Zona industriale; la realizzazione della banchina con il ponte stradale e ferroviario sul canale Brentella; una serie di opere stradali che permetteranno di rimettere in ordine via dell’Elettricità.

Tags: ,

Leggi anche questo