Germania, appello ai gelatai italiani: emigrate

L’Uniteis, l’associazione dei gelatieri italiani, lancia l’appello: la Germania ha bisogno di voi. «Il messaggio che vorremmo lanciare – ha spiegato il presidente dell’associazione Dario Olivier al Corriere del Veneto – è che c’è la possibilità, per chi vuole iniziare un percorso imprenditoriale, di rilevare le gelaterie all’estero. Questo è il momento adatto per farsi avanti. È sufficiente contattare l’Uniteis, anche sul fronte del lavoro: ci sono 300 posti circa per la prossima stagione».

E anche sul fronte salariale la Germania è una buona scelta: «Il rapporto di lavoro – ha aggiunto il vicepresidente dell’Uniteis Belluno Stefano Bortolot al Corriere è regolato con i sindacati tedeschi. Si parte da uno stipendio lordo minimo di 1.543 euro, ai collaboratori viene fornito vitto e alloggio. Ma è un mestiere che chiede molta flessibilità».