Puppi: «Goldin impresario di “minestroni”»

Pubblichiamo integralmente la lettera dello storico dell’arte e professore emerito di Cà Foscari Lionello Puppi indirizzata al Giornale di Vicenza e inviata alla stampa locale sulla mostra “Tutankhamon Caravaggio Van Gogh”, organizzata a Vicenza dalla società Linee d’Ombra del trevigiano Marco Goldin.

Caro Direttore,
Le scrivo in merito alla lettera con cui un gruppo di Insegnanti del Liceo “Pigafetta” di Vicenza annunciava la decisione di non accompagnare i propri Studenti alla visita dell’ennesimo, delirante carrozzone messo in piazza (anzi, in Basilica) in questi giorni dall’imbonitore Marco Goldin. Vorrei anzitutto congratularmi con i Docenti stessi, i cui argomenti anche al sottoscritto era accaduto di rivolgere reiteratamente ma invano alla pubblica opinione e il cui coraggio civile e la cui dignità professionale e culturale fanno onore alla Scuola italiana: coltivo la speranza e l’auspicio che questa iniziativa possa moltiplicarsi e diventar atteggiamento corale, unanime e tale da scalzare un’autentica sciagura non solo per la cultura artistica nel nostro sventurato Paese.

Perchè non dobbiamo dimenticare che – per restar nella fattispecie – il problema non è Goldin – un impresario dotato d’olfatto e di talento eccezionali per l'”affare”, messi in azione dall’ansia di sanar le intime frustrazioni di poeta fallito – ma gli esponenti bancari e politici che pongono l’arte e la cultura al servizio di un dozzinale turismo mordi e fuggi anzichè appoggiare e incrementare un processo inverso. Nè per caso son tra gli sponsor più generosi di Goldin. E stan là a vantarsene, anzichè venir cacciati a pedate. Ma, intanto, volano i milioni di euro della Fondazione Cariverona mentre i minestroni di Goldin, per diseducar la gente, colano, offendendoli, entro gli spazi nobilissimi che saldano gli ardimenti costruttivi della carena vertiginosa, concepita da un genio innominato nel crepuscolo della stagione gotica, alla compostezza maestosa di logge inventate da uno degli interpreti più originali del Rinascimento.

Povera Vicenza, e per non dir di una Treviso il cui Sindaco sta rivolgendo un’indecorosa litania di suppliche al Goldin perché si degni di riportare il carrozzone nella Marca… Quante volte mi son inutilmente messo a disposizione per un pubblico dibattito! La presa di posizione di Sgarbi, poi, si basa su argomentazioni di una tal banalità ed espresse per giunta con tal volgarità da far torto all’intelligenza che pur gli va riconosciuta così da rendersi completamente vane. Intendo infine aggiungere il mio nome a quelli dei 57 firmatari di prestigiosissime Istituzioni in sostegno ai Professori del Pigafetta, lettera da voi pubblicata il 3 gennaio 2015.

Lionello Puppi
Professore Emerito dell’Università Ca’ Foscari di Venezia