Sammy ora sogna il Cern

Sammy Basso, il 19enne bassanese affetto da una rara malattia genetica che provoca invecchiamento precoce (progeria), non si ferma. E dopo il fortunato programma “Il viaggio di Sammy”, che l’ha visto protagonista di un viaggio sulla Route 66 statunitense, pensa al suo futuro.

L’occasione è anche quella della consegna del premio «Città di Bassano», assegnato al giovane di Tezze sul Brenta per il suo impegno nell’associazionismo. Sammy ha conseguito il diploma al locale liceo Da Ponte l’estate scorsa e ora, fra un evento e l’altro, sta frequentando il corso di Fisica dell’Università di Padova. Il suo sogno? Lavorare, un giorno, al Cern.