Jesolo, albergatori: si faccia Autostrada Mare

Il presidente dell’Aja (Associazione Jesolana Albergatori) Massimiliano Schiavon, si schiera apertamente a favore dell’ “Autostrada del Mare”, un’opera al centro di numerose polemiche ed osteggiata dai sindaci della zona. «Ogni anno Jesolo offre lavoro», ricorda Schiavon sulla Nuova Venezia, «nel solo settore alberghiero, a oltre 5000 persone, ospita poco meno di 6 milioni di turisti». È necessario «proiettarsi nel futuro», e aggiunge Schiavon: «Oggi il mercato, il turista e il buon senso ci chiedono di più. Nell’epoca del digitale, del wi-fi in spiaggia, del turismo che socializza le sue esperienze, non è possibile rimanere indietro a livello infrastrutturale».

Secondo il presidente degli albergatori jesolani, l’Autostrada del Mare non snellirebbe soltanto il congestionamento delle vie d’accesso a tutto il litorale, ma rappresenterebbe inoltre un occasione per risollevare l’immagine del Veneto dallo scandalo del Mose. «Non posso immaginare che oggi, in estate, si impieghi meno tempo per andare in Austria che raggiungere Jesolo o Cavallino, da Treviso» denuncia Schiavon. «Il cieco peàna che ho sentito levarsi a mezzo stampa, e non solo, da alcuni pubblici amministratori incapaci di trovare una dimensione ben superiore al proprio interesse politico è l’esempio di come la nostra classe dirigente dovrebbe usare un po’ di più la regola del buon senso, piuttosto che “Il Manuale del Politico locale”. Oggi le opere pubbliche devono rappresentare il simbolo concreto di una rinascita complessiva».

Tags: ,