Moretti: Zaia è contro le donne

La candidata del centrosinistra alla presidenza della Regione Veneto, Alessandra Moretti, attacca Zaia sul tema dei diritti di genere: «Dopo aver ridotto il fondo di contrasto alla violenza di genere a miseri 50 mila euro, la Lega e Forza Italia, con la bocciatura della doppia preferenza di genere, umiliano ancora una volta le donne venete, lasciandoci in una condizione di rappresentanza femminile in Consiglio inferiore a quella di molti altri Paesi».

E rincara ancora la dose la Moretti: «Oggi, infatti, in Consiglio regionale Veneto ci sono 58 uomini e 2 donne: meno che in Afghanistan, Bangladesh e persino Iraq. Allo stesso tempo la bocciatura del limite a due mandati in Consiglio regionale, anche questa opera di Lega e Forza Italia, è un regalo a chi fa della politica un mestiere. Esattamente come 8 degli 11 assessori regionali che sono consiglieri da oltre 10 anni». Secondo la candidata invece, le venete e i veneti «hanno bisogno di una politica fatta da donne e uomini che vogliono portare aria nuova in un palazzo occupato da troppo tempo da persone che difendono strenuamente solo i loro privilegi e non il futuro del nostro popolo».