Paolo Lanaro “In tondo e in corsivo”

In questo volume di scritti critici l’autore concentra la sua attenzione su autori vicentini e veneti: Bandini, Camon, Meneghello, Parise, Piovene, Rigoni Stern ecc.
Più che di veri e propri ritratti si tratta di inquadrature a volte rapide, a volte più complesse ed elaborate. Ciò che ne esce è un affresco della letteratura veneta degli ultimi decenni insolito e originale, in cui si manifesta un ricco e complicato gioco di movimenti e di aperture.

L’autore, che ha pubblicato varie raccolte di versi, non è legato a metodologie prefissate, ma opera liberamente affidandosi al suo sguardo e alla sua acribia di lettore, agli estri e ai ritmi di una scrittura capace di sintonizzarsi sia sui toni meditativi del saggio, sia sulla velocità dell’elzeviro, sia sull’espressività tesa del racconto.
Il testo, curato dalle edizioni Galla, è stato pubblicato per la prima volta nel 2007.

Scopri “In tondo e in corsivo” in libreria e su galla1880.com

Tags: