Rovigo, spunta bazooka nei campi

Spunta un bazooka nel terreno di un’azienda agricola fra via Armando Diaz, a Frassinelle Polesine, e via Viezze, a Canaro. Un lanciarazzi “Milan” probabilmente abbandonato da qualcuno che se ne voleva disfare e fatto poi brillare ieri mattina alle 11 dagli artificieri di Venezia chiamati in Polesine dalla questura di Rovigo che ha gestito l’operazione.  Evacuate anche alcune famiglie residenti nella zona, e l’area è stata delimitata con strade bloccate per alcune ore. L’operazione ieri, a partire dalle 6.30, in seguito ad una telefonata anonima che aveva segnalato la presenza dell’arma da guerra nel campo. Ed è subito polemica.

«E’ di una gravità assoluta – denuncia Ennio Pasqualin primo cittadino di Frassinelle alla Voce di Rovigo –  che gli amministratori del territorio non siano stati avvisati dell’operazione. Viene fatta brillare un’arma da guerra, allertate le famiglie residenti e nessuno pensa di avvisare i sindaci? Mi sembra una cosa scorretta». Sulla stessa lunghezza d’onda Nicola Garbellini, sindaco di Canaro, il cui territorio comunale confina con via Diaz e via Romana: “non è così che si gestiscono certe situazioni. Gli amministratori locali dovrebbero essere messi a conoscenza da quello che avviene sul territorio, specialmente se si tratta di armi e materiale esplosivo”.