Safilo, Degado: puntiamo su made in Italy

Safilo si prepara per la presentazione del business plan per il prossimo quinquennio, che avverrà il 14 marzo. Si prevede un raddoppio dei fatturati dei marchi propri, il rientro di produzioni prima affidate a terzi e nessun aumento di capitale. «Abbiamo la fortuna di avere un azionista di riferimento lungimirante — spiega l’ad Luisa Delgado al Corriere del Veneto —. Per gli 80 anni della nostra azienda non abbiamo fatto una festa ma una riflessione in tutto il nostro mondo su cosa è Safilo e sui valori che ci guidano. Questo ha aiutato a creare la squadra e a dare chiarezza al nostro modo di fare business».

Delgado ha anche confermato che, in caso di mancato rinnovo delle licenze, non si procederà a contratti di solidarietà: «La differenza è che, prima, quando finiva una licenza scattavano i contratti di solidarietà, mentre con la chiusura del rapporto con Kering questo non è avvenuto. In primo luogo perché continueremo a produrre per Gucci per quattro anni. Secondo, perché molto prima di Kering avevamo visto che Safilo comprava da terzi il 70% di quello che vendeva. Avevamo già deciso di aumentare le nostre produzioni, tanto da aver appena varato una scuola interna di occhialeria. Vogliamo fare più made in Italy. La storia — conclude — dirà che la nostra strategia è stata confermata».

Tags: ,