Bergantino (Ro), bloccata discarica amianto

Il consiglio provinciale di Rovigo si è riunito venerdì 30 dicembre a palazzo Celio discutendo tredici punti all’ordine del giorno tra cui le nomine dei rappresentanti ai consorzi di bonifica e i pareri in merito ai progetti sulle discariche di Taglio di Po e Bergantino.

Sulla base del consenso del sindaco Francesco Siviero, il consiglio ha dato parere favorevole per la modifica e riorganizzazione di un impianto di recupero di rifiuti speciali non pericolosi a Taglio di Po. Mentre per  quanto riguarda la discarica e l’impianto di trattamento di rifiuti contenenti amianto a Bergantino, Arpav sostiene che un’altra discarica sul territorio non sia necessaria, opinione accolta dal consiglio provinciale che ha rifiutato il progetto.

Il consiglio provinciale ha poi valutato la proposta di aumento di capitale della società Veneto Nanotech, negando all’unanimità l’aumento di capitale e votando l’uscita della provincia dal distretto delle nanotecnologie, che da tempo versa in una grave crisi.