Cappelletti (M5S): Moretti razzola male

Sulla lista dei finanziatori elettorali di Alessandra Moretti alle europee 2014 interviene il senatore del Movimento 5 Stelle Enrico Cappelletti.

Alessandra Moretti, da settimane, punta l’’indice contro il cosiddetto sistema Galan-Sartori, sostenendo che lo stesso Zaia, non l’avrebbe mai combattuto. Sarà senz’altro vero che Zaia non ha mai mosso un dito. Ma l’onorevole Moretti, quando se ne chiama fuori, non convince neanche i polli. È infatti notorio che molti esponenti del Pd e dintorni sono implicati fino al collo in questo scandalo o in scandali veneti. Da Gianpietro Marchese, a Lino Brentan, allo stesso sindaco di Venezia Giorgio Orsoni.
Ma c’é ben altro. Ho fatto un vero e proprio salto sulla sedia apprendendo dai media che la Moretti, oltre ai ben noti finanziamenti elettorali ricevuti dalla famiglia Maltauro (società commissariata da Cantone per Expò 2015), avrebbe anche beneficiato di contributi elettorali versati proprio da Alberto e Valentina Altieri, dell’omonimo studio di progettazione. Lo studio di progettazione Altieri, notoriamente riferibile al defunto compagno di Lia Sartori, è infatti considerato dagli inquirenti come il centro del cosiddetto sistema Sartori-Galan, ora, sembra, avversato dalla Moretti. Ma a quanto pare non sembra fosse disdegnato fino a qualche mese fa. Insomma, siamo alle solite: si predica bene e si razzola male. Niente di nuovo sotto il sole.