Cittadella, sindaci sfilano contro lo Stato

Seicento persone ieri hanno sfilato in silenzio a Cittadella (Padova) con dodici sindaci di mezzo Veneto che indossavano la fascia veneta anziché quella tricolore. Critiche al prefetto, Patrizia Impresa, ai sindaci della Lega Nord che hanno disertato l’iniziativa e pure al governatore regionale Luca Zaia. La marcia è stata organizzata per solidarizzare con i sindaci di Cittadella e di San Giorgio in Bosco, Giuseppe Pan e Renato Miatello, ripresi dal prefetto per le bandiere a mezz’asta contro la Corte costituzionale che ha bocciato il referendum sulla riforma delle pensioni e per aver indossato la fascia “serenissima” al posto di quella coi colori dell’Italia in occasione dell’inaugurazione del nuovo pronto soccorso.

Il sindaco di Cittadella, Miatello, ha parlato usando accenti indipendentisti: «Il futuro della nostra regione deve essere l’indipendenza, vogliamo un Veneto libero per i nostri figli, con le bandiere di San Marco che sventolano. Ho deciso che andrò fino in fondo, a costo di vedermi tolta la fascia di sindaco. Voglio dire ai sindaci della Lega che non hanno marciato con noi che hanno perso una grande occasione e questo lo dico anche al nostro governatore»

Tags: