Tosi riconosce coppie gay, Salvini irritato

Inedita apertura della Lega sul tema dei diritti civili. Il Comune di Verona ha infatti approvato l’altra sera la decisione del sindaco Flavio Tosi, di riconoscere le coppie di fatto, etero o omosessuali che siano, e creerà un apposito registro anagrafico, disponibile già dallla prossima settimana, per dar loro, da subito, alcuni diritti, a partire da quello legato all’assistenza sanitaria ed ospedaliera del convivente ammalato. Tosi ha specificato che il riconoscimento sarà dato immediatamente a due tipi di coppie: quelle che convivono e hanno dei figli (senza essere ovviamente sposate) e quelle che, non avendo figli, convivono però da almeno due anni (un anno se uno dei due conviventi ha più di 70 anni).

Tosi ha spiegato che la decisione di Giunta si basa su di una legge della Repubblica italiana, il DPR 223 del 1989, in base alla quale «agli effetti anagrafici per famiglia si intende un insieme di persone legate da vincoli di matrimonio, parentela, affinità, adozione, tutela o da vincoli affettivi, coabitanti ed aventi dimora abituale nello stesso comune». Da ambienti interni alla Lega, intanto, si colgono i primi malumori. Infatti il segretario del Carroccio, Matteo Salvini, non avrebbe preso bene la decisione di Tosi, e sarebbe irritato.

Tags: ,