Coppie gay, vescovo Zenti critica Tosi

Il vescovo Giuseppe Zenti è chiaro: «La famiglia è una sola e formata da un uomo e da una donna». È questo il messaggio che il prelato invia al sindaco Flavio Tosi dopo l’annuncio di un provvedimento che riconosce le coppie di fatto, senza distinzione di genere. Durante la messa di sabato 7 febbraio, su iniziativa dei responsabili veronesi dell’Ucsi (Unione cattolica stampa italiana), il vescovo si è espresso con parole molto dirette nei confronti del primo cittadino. «Con la famiglia – ha avvertito Zenti – il sindaco Tosi deve stare attento, quella doc è una sola». Successivamente il vescovo ha ribadito che sulla questione sarebbe opportuno aprire un dibattito, una tavola rotonda.

Al centro del dibattito, la terminologia con cui definire il provvedimento. Il segretario del vescovo ha comunicato che, da Palazzo Barbieri, era arrivata la precisazione sull’utilizzo della parola “unioni” e non si era mai parlato di “famiglie anagrafiche”. Resta il fatto che nei giorni scorsi in Comune era stata annunciata la decisione di concedere «l’attestato di riconoscimento delle famiglie anagrafiche unite da vincolo affettivo (così come definite dal Dpr 223 del 1989) caratterizzate da una convivenza stabile e duratura». Ma l’ordinanza ufficiale ancora non c’è.

Tags: , , ,

Leggi anche questo