Padova, “nonne coraggio” contro spaccio

Sono già state ribattezzate le “nonne coraggio”. Le arzille signore della Stanga (quartiere di Padova) si sono improvvisate detective e hanno stanato un gruppo di spacciatori che controlla il mercato nelle vicinanze delle loro abitazioni. Le nonne, dopo aver individuato i pusher e i nascondigli dove piazzavano le dosi, hanno segnalato il problema al questore.

Ma chi sono le nonne coraggio? Luciana, 81 anni, è il capo indiscusso. Anna, 86 anni, ex sarta, mai sposata, una vita dedicata ai genitori malati, è il braccio operativo del gruppo. Laura, 78 anni di cui 40 a servizio nella stessa famiglia, sempre in bicicletta non si lascia scappare il minimo dettaglio. Poi c’è Edda, 79 anni. E infine Silvana, 83 anni, in carrozzina: 22 anni dentro e fuori gli ospedali e un matrimonio d’amore a 60 anni. «Non devono lordare il nostro giardino – attaccano le anziane – li abbiamo segnalati alle forze dell’ordine e prima o poi finiranno in galera, nel frattempo portino rispetto a casa d’altri».