Salvini: «Zaia vincerà da solo»

«Zaia può vincere da solo. Luca è il miglior governatore d’Italia. la Lega è in grande ascesa e il Veneto può essere la ruota che fa ripartire l’Italia». Matteo Salvini, intervistato da Il Mattino, archivia l’alleanza Bossi-Berlusconi e lancia una nuova sfida: riconfermare Luca Zaia governatore del Veneto senza stringere patti con Ncd e Forza Italia. Luca Zaia è molto prudente e lunedì 9 gennaio, a Milano, incontrerà il leader padano.

Ma cosa significa, concretamente, che in Veneto Zaia farà corsa da solo alle Regionali? «In Veneto vogliamo portare avanti senza intoppi quello che abbiamo fatto in questi cinque anni. Senza stare lì a mediare, a trescare, a forzare la mano con gli alleati. I giochini della vecchia politica non devono diventare ostacoli sulla strada di Luca Zaia».

Il campione delle manovre da Prima Repubblica, secondo Salvini, è Alfano: «A Roma fa una cosa con Renzi e a Venezia l’esatto opposto con Zaia. Alfano è addirittura il ministro dell’invasione clandestina. Non è una questione personale, il Veneto è una regione troppo importante e pretendiamo chiarezza dall’Ncd».

Resta Forza Italia, ma anche Tosi dice che quella fase è chiusa. Zaia può vincere solamente con Lega e liste civiche? «Vediamo come si sviluppa il dibattito in Fi su Nazareno, riforme e Renzi – afferma il segretario Salvini -. Sono divisi su tutto. In Veneto si vota tra 4 mesi e Zaia mi chiede di poter lavorare in tranquillità. I fatti gli danno ragione, lui è il miglior governatore d’Italia».

In attesa di chiarire i rapporti di forza nel centro-destra, Salvini, l’8 febbraio, va a Palermo, per lanciare un messaggio: «L’autonomia è un principio cardine, ma va usata bene. Noi la chiediamo per il Veneto, ci batteremo fino in fondo perché si possano votare i referendum sull’indipendenza e l’autonomia ma non certo per ripetere i disastri della Sicilia, che sottrae risorse a tutt’Italia senza dare servizi ai siciliani».

Tags: ,