Padova, goliardia rinnova i vertici

La goliardia padovana rinnova i propri vertici. I goliardi si sono infatti ritrovati nel cortile nuovo del Bo per eleggere il nuovo tribuno. La massima carica è toccata a Enrico D’Agostino, alias Toki, studente di medicina ed appartienente all’ordine della Spiga. Eletti anche due vice (Luca Borile, detto “Joker” e membro dei “predoni”, e di Jacopo Coltro, alias “Scientology” e anch’egli della Spiga) mentre nuovo questore sarà Federico «Pettinero» Ponzi, dell’ordine del Folpo.

Per celebrare l’evento, sono stati organizzati numerosi scherzi volti a riempire i famosi “senza” di Padova: sono spuntate così una porta di cartone al Pedrocchi, il «caffè senza porte», e una colonna di cartone per sostituire la colonna mancante nell’angolo di Palazzo della Ragione in piazza della Frutta. I goliardi hanno voluto ricordare anche il nome del Santo, con decine di cartelli con scritto “Antonio” apparsi nella strada che porta alla Basilica, e la rivolta studentesca anti-austriaca del 1848 con una targa sulla torre del Bo: «Qui alle irruenti orde straniere studenti e popolani per improvvisa concordia terribili il petto inerme opponendo auspicarono col sangue il riscatto d’Italia».