Arena Verona, Pd: Tosi “tosa” i turisti

«Il motivo è il bilancio, quest’anno dallo Stato abbiamo subito ulteriori tagli di trasferimenti per 13 milioni. A Roma noi regaliamo più di 50 milioni di euro all’anno per cui dobbiamo recuperare in qualche modo. Sui veronesi meglio di no e quindi cerchiamo di rifarci sui turisti nella misura possibile con il ticket al cortile di Giulietta e con l’aumento del biglietto per l’Arena». Il sindaco Flavio Tosi giustifica così su l’Arena l’aumento da 6 a 10 euro del biglietto per visitare dall’interno l’anfiteatro che aveva portato ad un vertiginoso crollo di visitatori passati da 4.273 di domenica primo febbraio (quando però il prezzo del biglietto era di un euro) a 1.065.

Sul caso dell’aumento del ticket dell’Arena, scoppia, intanto, una polemica politica. «I turisti non si fanno tosare» ironizza Orietta Salemi, segretaria cittadina del Pd. «Il prezzo del biglietto si può aumentare, ma l’offerta deve rinnovarsi e salire di qualità. Che cosa riceve il turista in cambio? Niente», osserva Orietta Salemi.