Bellunese, a rischio farmacie in montagna

Il decreto proposto dal Ministero dello Sviluppo economico che prevede la liberalizzazione dei farmaci di fascia C (quelli con ricetta medica), incontra le dure critiche di Federfarma Belluno. Per il presidente di Federfarma, Roberto Grubissa, questa liberalizzazione potrebbe intensificare la vendita di medicinali da ricetta nelle parafarmacie e nei supermercati aumentandone il consumo e mettendo così a rischio la salute dei cittadini.

Per Grubissa il decreto rappresenta «un attacco letale alle farmacie bellunesi, presidio sanitario capillare e fondamentale in una provincia interamente montana (…) Cancellare le regole sulla distribuzione dei farmaci, significherebbe cancellare le nostre farmacie». E conclude sul Corriere delle Alpi: «È ora di fermare i poteri forti, le lobby delle multinazionali del commercio, chi vuole lucrare sulla pelle dei cittadini».

 

Tags: ,