Mose, Zaia sospende Casarin

La Regione Veneto ha avviato la procedura per la sospensione dal servizio del proprio dipendente Enzo Casarin, uno dei funzionari coinvolti nell’inchiesta Mose ed ex braccio destro dell’assessore Renato Chisso, che aveva patteggiato un anno 8 mesi.

«Si darà quindi corso – si legge in una nota – anche alle conseguenti valutazioni di natura disciplinare che potranno portare all’applicazione di tutte le sanzioni previste dalla normativa vigente, dopo valutazione dell’Ufficio per i procedimenti disciplinari presso il direttore delle risorse umane».